Tre cose da sapere sull’interpretazione simultanea in Sud America

 | Migliori pratiche nell’interpretazione

Stai preparando una conferenza, un evento o una riunione in America del Sud? Verónica Pérez Guarnieri condivide alcuni suggerimenti sul periodo migliore per organizzare il tuo evento, sulle combinazioni linguistiche più comuni per l’interpretazione di conferenza e su altri aspetti di cui tenere conto. 

L’alta stagione congressuale

L’equinozio di settembre segna il momento in cui il sole attraversa da nord a sud l’equatore celeste, ossia la linea immaginaria tracciata nel cielo sopra all’equatore terrestre. A Buenos Aires, Montevideo e Lima i delicati alberi di Jacaranda sono in piena fioritura, mentre a Santiago del Cile le magnolie diffondono nell’aria il proprio fragrante profumo.

Il clima temperato offre un diversivo perfetto alle giornate fredde e uggiose dell’autunno nell’emisfero settentrionale, quindi settembre, ottobre e novembre sono i mesi ideali in cui organizzare un evento in America Meridionale. In effetti, le conferenze e gli eventi internazionali in questo periodo abbondano.

Per esempio, nel 2015 il Gruppo della Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale hanno tenuto le proprie assemblee annuali a Lima. Nelle stesse date la capitale peruviana ha accolto anche il dodicesimo forum internazionale sulla traduzione e l’interpretazione giuridica, il primo incontro della Federazione Internazionale dei Traduttori (FIT) tenuto nelle Americhe. Nel frattempo, fervono i preparativi per le Olimpiadi Estive della Gioventù che saranno ospitate a Buenos Aires a ottobre 2018.

Gli interpreti simultaneisti per questi eventi sono normalmente reclutati con ampio anticipo e anche gli hotel di Buenos Aires si riempiono velocemente, con percentuali di occupazione alberghiera che spesso superano il 90% nei mesi da settembre a novembre. Per questo è opportuno iniziare a programmare con ampio anticipo gli eventi previsti in America del Sud proprio in quel periodo.

Reperire lingue esotiche o rare per l’interpretazione simultanea

Sebbene l’interpretazione bidirezionale tra inglese e spagnolo sia piuttosto comune in America del Sud, altre combinazioni linguistiche possono rivelarsi meno semplici. Per esempio, in questa parte del mondo l’italiano e il francese sono lingue esotiche, mentre il russo, il cinese e l’arabo sono addirittura rare. I pochissimi interpreti professionisti di arabo o cinese presenti in Argentina lavorano solo dallo spagnolo, perciò quando serve la traduzione tra l’inglese e l’arabo o il russo o il cinese capita spesso che vengano reclutati interpreti dall’America del Nord o dall’Europa.

Si tratta di valutazioni importanti per la programmazione di un evento in America del Sud, perché incidono anche sul bilancio. Spesso gli organizzatori di eventi europei stentano a capire che in America Meridionale le combinazioni russo-inglese, cinese-inglese o italiano-inglese sono rare o del tutto inesistenti.

Lo spagnolo usa circa il 20% di parole in più rispetto all’inglese

Sapevi che lo spagnolo e le altre lingue romanze impiegano in media il 20% di parole in più rispetto all’inglese per rendere lo stesso concetto? La differenza può avere ripercussioni importanti sull’interpretazione simultanea. Se i relatori parlano velocemente in inglese, gli interpreti devono accelerare ancora di più!

È opportuno segnalare ai relatori di parlare a una velocità tale da consentire agli interpreti di svolgere il proprio lavoro al meglio. Gli interpreti potranno così rendere in modo fedele, preciso e completo tutte le sfumature del discorso del relatore.

Calliope-Interpreters ti può aiutare ad assicurare al tuo evento in America del Sud la massima qualità e il rispetto del bilancio preventivato. Contattaci oggi stesso per parlare del tuo evento.

Alberi di Jacaranda in fiore a novembre e Buenos Aires.

Verónica Pérez Guarnieri, Membro di AIIC e referente di Calliope-Interpreters per l’America Meridionale escluso il Brasile. Verónica opera da Buenos Aires, Argentina.

 

Condividi questo articolo: